7 Shakespeares di Harold Sakuishi

Appena visto in fumetteria ho comprato questa nuova proposta di Planet Manga, un pò perchè sempre incuriosito dai racconti a sfondo storico e un pò perchè sono da sempre interessato a Shakespeare e al suo periodo storico.

Anche questo manga, come hanno fatto prima di lui film e ricercatori, lavora sull’idea che Shakespeare in realtà non fosse la figura che normalmente associamo alle sue opere (ricordo un’intervento all’Istituto Italiano di Cultura di Toronto dove si sosteneva che in realtà Shakespeare fosse un emigrato italiano).

In questo caso, almeno da quello che suggerisce la lettura di questo primo volume, l’autore sembra identificare Shakespeare con una ragazza cinese, emigrata dal paese natale con i genitori a causa dei poteri di preveggenza che possiede e che hanno finito con l’attirare l’odio e il pregiudizio dell’intero villaggio.

Il manga ha la forza di unire diversi spunti storici interessanti – tra cui la questione dei teatri e della circolazione delle copie durante il 1600, la nascita della prima Chinatown in Inghilterra e un occhio sempre attento ai meccanismi economici che governano gli eventi storici – ad un inquietante ed intrigante alone di mistero che avvolge la protagonista e quanto le accade attorno.

Se riuscirà poi ad evolvere questi spunti in un insieme che mantiene il potenziale delle premessa sarà tutto da vedere nei prossimi numeri. Intanto lo continuo.

Panini presenta il manga in una buona edizione, bianco e nero con sovracoperta e un elevato numero di pagine, al prezzo di 6,50€ (leggermente inferiore ad altre edizioni simili dello stesso editore). L’adattamento mi è parso curato – con tanto di nota sui testi utilizzati per gli adattamenti delle opere di Shakespeare – senza particolari problemi di lettura.

Consigliato al momento agli appassionati di manga a sfondo storico.




'7 Shakespeares di Harold Sakuishi' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Scritto con amore e in velocità da Tommaso Urban :)