Planetes: differenze tra edizione “Manga 2000” ed edizione “Deluxe”

Planetes è stato pubblicato in Italia per la prima volta da Planet Manga (Panini) nella collana-raccoglitore “Manga 2000” – che all’epoca raccoglieva i manga fantascientifici di taglio adulto come “Eden” e “Blame!” – in quattro volumi dal formato standard per la collana: sovracoperta a colori e tutto il resto in bianco e nero.

Esaurita questa prima edizione, è stato poi ristampato in tre volumi in Edizione Deluxe pochi anni fa, sempre da Planet Manga, in una edizione in linea con le altre ristampe Deluxe degli ormai classici manga di “Manga 2000”: formato più grande, sovracoperta, tavole a colori e nuova traduzioneadattamento.

Visto che la Deluxe è ancora completamente disponibile mentre l’originale è possibile trovarla su Ebay (o d’occasione o a prezzi da collezione), quale edizione è la migliore?

Possedendole entrambe ho potuto fare un rapido confronto con tanto di foto di comparazione.

image

L’Edizione Deluxe è sicuramente l’edizione da avere. Il formato di maggiori dimensioni consente una resa maggiore delle tavole del fumetto e del senso di “wow” che tenta di catturare con i molteplici panorami dello spazio e del cosmo infinito.

La vecchia edizione inoltre (almeno quella in mio possesso) soffriva di numerose sbavature d’inchiostro nella stampa delle pagine in bianco e nero ed era priva delle belle tavole a colori.

Il nuovo adattamento infine è realmente efficace: più accurato nella resa e più scorrevole nella lettura, risulta più emotivamente d’impatto rispetto a quello adottato per la prima edizione; se alla prima lettura avevo trovato un pò distanti i personaggi, alla rilettura in edizione Deluxe ne sono rimasto veramente colpito e “toccato”. Non ci troviamo di fronte a stravolgimenti di senso come è accaduto per “Blame!” ma anche in questo caso cambiano le sfumature con cui le cose vengono dette e l’impatto nella costruzione delle battute, e, per un manga che fa dei dettagli e delle “piccolezze” il suo punto di forza, questo è un cambiamento non da poco. Inoltre l’edizione originale tendeva a tradurre alcune parti adottando dei termini inglesi, come ad esempio “debris”, che qui vengono invece adattati con il corrispettivo italiano (nel caso dell’esempio, “detriti”).

Ecco due immagini tratte dalle prime tavole del primo volume per fare un confronto diretto:

1) Edizione “Manga 2000”

image

2) Edizione Deluxe

image

Unici due appunti da fare all’edizione Deluxe:

1) Per le copertine si è scelta una linea grafica che taglia lo sfondo dell’illustrazione (guardate la prima immagine del confronto qui pubblicata per avere un’idea di cosa sto parlando) e quindi l’unica copertina “completa” è quella ri-pubblicata all’interno di uno dei volumi

2) Le tavole a colori del secondo capitolo del manga sono state riprodotte in bianco e nero anche in questa Edizione Deluxe. Per mancanza di materiali? Non lo so, fatto sta che è così.

Planetes è acquistabile in edizione Deluxe su Amazon.it a questo link: Planetes Deluxe Vol 1.




'Planetes: differenze tra edizione “Manga 2000” ed edizione “Deluxe”' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Scritto con amore e in velocità da Tommaso Urban :)