Skyfall

Magnifico. Skyfall è finalmente il seguito che aspettavo da Casino Royale, facendomi dimenticare il cattivo sapore lasciatomi dall’osceno Quantum Of Solace.

Fotografato splendidamente e recitato meglio, lascia la sensazione di essere un James Bond post-The Dark Knight (un pò come Casino Royale era stato influenzato nell’idea di reboot da Batman Begins) ma tocca anche tutte le giuste note dell’agente segreto inglese.

Praticamente, il meglio dei due mondi.

Ho trovato parecchio interessanti le riflessioni e gli spunti che la trama solleva riguardo alla trasparenza provocata dal mondo di internet (non vi ho visto lo spettro di Assange come hanno fatto molti critici, ma bensì una riflessione di respiro più ampio) e sul relativo cambiamento del mondo dello spionaggio e delle minacce alle nazioni.

Comunque sia, l’atmosfera fa da padrona e finalmente come spettatori possiamo tornare ad immergerci nei posti che l’agente segreto visita. I botti poi, sono spettacolari.

Lamentele? Nessuna. Voglio solo tornare a vederlo al più presto. E nel frattempo gioco a Blood Stone su Ps3 (che è meno peggio di quanto la critica videoludica l’abbia dipinto).




'Skyfall' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Scritto con amore e in velocità da Tommaso Urban :)